Amicizia: istruzioni per l’uso.

L’amicizia è quell’arte che impari da bambino. Di solito comincia nel più semplice dei modi:

“Ciao! Come ti chiami?”

È un istinto che ti spinge ad avvicinarti ad alcuni tuoi simili. Scegli tra tanti, coloro che ti sembrano più affini a te e se sei fortunato te li terrai a fianco per tutta la vita. All’inizio avrai bisogno di loro per giocare, poi per chiacchierare, per ridere, per sfogarti, per condividere, per un consiglio, per una pacca sulla spalla, per un aiuto, per confrontarti etc.. Più passerà il tempo, più il loro ruolo diventerà importante. Crescerete insieme.

L’amico è la prima persona che sei tu a scegliere. Quella dalla quale ti farai conoscere nel profondo. Un fratello. Niente di più autentico. È un rapporto così prezioso, che va protetto e coltivato sempre con estrema attenzione.

Da piccolini si ha molto tempo per gli amici e si tende infatti ad averne molti. Questo perchè i bambini non hanno tante pretese. Tu giochi con me, io con te e ci scambiamo le merendine, sono già delle solide basi per coltivare un’amicizia. I rapporti sono decisamente più facili da gestire a quell’età! La vita però poi piano piano cambia, aggiunge delle intense variabili, che ci travolgono e ci impegnano molto tempo. Oltre al gioco, arriva ad esempio lo studio, ma si può sempre studiare insieme, è più divertente. Condividi così dei momenti di scuola. Poi arrivano sempre più input esterni: occasioni, sport, nuovi interessi, ma se si riesce a condividere anche questi, l’amicizia ancora una volta ha un’opportunità per continuare. Condividi magari uno sport. Poi arriva la voglia di sentirsi un po’ più grandi e si può provare a farlo insieme, è più facile. Condividi così la prima stupida sigaretta, che nessuno dei due sa tenere in mano. Poi arriva l’adolescenza, con le sue fasi: le tragedie e le commedie, tutte da raccontare. Sai quell’amico sta vivendo le tue stesse sensazioni ed emozioni e così non ti senti mai solo. Condividi una parte cruciale della vita.

Arrivi così, senza accorgertene, ad un grado d’unione che non conosce precedenti. Sarà impossibile stare lontani. Sarà quel colui che, fino a quel momento, ha affrontato tutto con te, colui che conosce quasi alla perfezione il tuo modo di ragionare, le tue espressioni, i tuoi silenzi ed i tuoi pensieri. Avrai la sensazione che quasi quasi ti conosca meglio dei tuoi stessi genitori. Pazzesco. Il legame diventerà sempre più forte. Arriverete a giurarvi che sarete amici per sempre, che nessuno vi potrà separare.

vera-amicizia

Magari lo scriverete anche su qualche muro, o sancirete il vostro magico legame con un tatuaggio.

Eppure potrà capitare, che un giorno, all’improvviso o gradualmente, vi allontanerete o peggio ancora vi perderete, anche se vi eravate promessi che ciò non sarebbe mai accaduto.

Incredibile ma vero. Com’è potuto succedere?

Le persone cambiano. Chi prima, chi dopo. Qualcuno troverà un lavoro lontano, qualcuno sarà sempre troppo impegnato, qualcuno si fidanzerà e all’inizio verrà assorbito dall’amore , qualcuno non avrà più le stesse passioni, qualcuno diventerà genitore. Accadrà. Le variabili della vita, come abbiamo detto prima, sono davvero infinite. Ma se l’amicizia é davvero forte, nessuna di queste potrà segnare una vera fine. Sta a noi provare a comportarci nel migliore dei modi.

Credere che il nostro amico, possa rimanere, per sempre e immutabilmente, il bambino con il quale amavamo giocare di più in assoluto, è semplicemente da folli visionari.

Lui cambierà, diventerà come noi un uomo adulto, che in cuor suo avrà però bisogno della nostra presenza, allo stesso modo di prima. La bravura starà nel saperci inserire, nel modo giusto, nel suo cambiamento e lui dovrà fare lo stesso. Ogni problema ha una soluzione.

Se lavora lontano ad esempio c’è Skype, per chiacchierare giorno e notte. Se è molto impegnato e non ha mai tempo, possiamo fargli una sorpresa, ne sarà solo felice. Se è fidanzato ’24 ore su 24′, dovremmo accettare anche chi sta al suo fianco e non smettere mai però di cercare dei momenti esclusivi, lui lo vorrà quanto noi. Se le sue passioni saranno cambiate, potremmo cercarne una di nuova che ci accomuni ancora, esisterà sicuramente. Se è genitore, potremmo condividere con lui questa immensa gioia e provare ad allegerire i suoi pensieri, come abbiamo sempre fatto. Qualsiasi sia la cosa che lo sconvolgerà, lui avrà ancora un estremo bisogno di noi, anche se magari non ce lo paleserà più come faceva una volta. Insomma non ci sono scuse. Il famoso “se vuoi, puoi.”

Se decideremo invece di vivere il cambiamento di quell’amico, come un tradimento, questo potrà esser fatale. Potremmo perderlo, all’inizio senza accorgercene. L’errore più grande. Dobbiamo ricordarci che oggi il cambiamento è toccato a lui e domani magari toccherà a noi. Riceviamo ciò che diamo.

Credo dunque che valga la pena ingoiare qualche boccone amaro per tenersi stretti gli amici, quelli veri. Oppure potremmo stupidamente lasciarli andare e farcene di nuovi. All’inizio quasi certamente saranno anche molto piacevoli e divertenti, ma non saranno mai paragonabili a chi è davvero cresciuto con noi, a chi ha vissuto al nostro fianco i nostri cambiamenti e a chi si è meritato tutta la nostra fiducia. L’amicizia è un percorso, non si improvvisa.

Quest’articolo non è scritto dall’alto della mia perfezione ma dall’analisi dei miei possibili errori e da quelli che ho visto fare in materia. Se mi sono permessa di essere così netta e cruda nel dire certe cose, non è di certo perchè credo di essere ‘l’amica perfetta’ e di poter scrivere un manuale sull’amicizia. Ma proprio perchè, sbagliando, ho maturato queste riflessioni e ho sentito la necessità di metterle su carta. Magari a qualcuno torneranno utili. Ricordate che in amicizia come in amore, non si sbaglia mai da soli, lo si fa sempre in due. Autoanalisi, ogni giorno. Chiedere scusa a chi conta per noi, quando abbiamo sbagliato, non è mai una vergogna, ma un dovere. Ci vogliono delle gran palle! Scusate il francesismo, ma proprio non ho potuto trattenerlo.

Scivoloni a parte, credo di essere molto fortunata, perché al mio fianco ora ho delle amiche vere. Delle matte come me, con le quali ho condiviso il condivisibile. Ma ammetto che non è stato facile, e a volte non lo è tutt’ora, tenerle strette. Le nostre vite a volte hanno preso forme davvero diverse, ma abbiamo fatto di tutto, affinchè si potessero incastrare sempre. Abbiamo rispettivamente affrontato tanti cambiamenti, allontanarsi era un pericolo dietro l’angolo, ma per merito di entrambe le parti, ciò non è mai avvenuto. Ci siamo sempre state, le une per le altre. Questa è per me l’AMICIZIA.

L’amicizia non è di certo una materia facile, ma è senza ombra di dubbio un ingrediente fondamentale per la felicità.

Una Bionda e Una Penna.

A Presto!

#RIFLESSIONIFLASH #AMICIZIA

Dedicato alle mie donne <3.

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...